Antiriciclaggio

Home / Antiriciclaggio

Antiriciclaggio e Contrasto al Finanziamento del Terrorismo

 
Il Gruppo Lottomatica adotta un approccio “tolleranza zero” nei confronti dei soggetti che violano le disposizioni dell'Antiriciclaggio e di Contrasto al Finanziamento del Terrorismo (AML & CTF).

A tal fine, le società del Gruppo Lottomatica hanno adottato una Policy di Gruppo nonché specifiche procedure AML & CTF volte a definire ruoli, responsabilità, requisiti e modalità operative per la prevenzione e la gestione del rischio di utilizzo del sistema finanziario a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo.

La funzione Group Regulatory Compliance, AML & Quality è un'unità organizzativa indipendente che assicura l'indirizzo e il coordinamento delle risorse condivise all'interno del Gruppo ai fini dell'Antiriciclaggio e del Finanziamento del Terrorismo anche attraverso l'emissione di standard, linee guida e procedure in materia di AML/CTF.

Le società del Gruppo assicurano l’adeguata verifica della clientela attraverso procedure e sistemi compliant con la normativa privacy ed improntati al principio del  Risk Based Approach, prevedendo anche attività di verifica rafforzata. Adeguati strumenti di screening garantiscono che il Gruppo non instauri rapporti o fornisca alcun servizio a persone ed enti soggetti a sanzioni nazionali e internazionali.

Il Gruppo Lottomatica, nel promuovere una cultura aziendale basata sulla legalità, su comportamenti etici e di buon governo societario, ha strutturato solidi presidi di verifica e monitoraggio delle terze parti sotto il profilo reputazionale, degli standard qualitativi e della solidità patrimoniale/finanziaria oltreché aver messo a disposizione dei dipendenti adeguati canali di comunicazione per segnalare comportamenti non ammissibili all'interno del Gruppo.

I dipendenti e le Terze Parti sono adeguatamente formati e resi consapevoli dei rischi ML/TF a cui sono esposti in base ai propri ruoli. Qualora un dipendente venga a conoscenza di comportamenti corruttivi, di riciclaggio di denaro o di altro potenziale abuso delle procedure interne o del codice etico, è tenuto a segnalare immediatamente tale circostanza attraverso il canale appropriato di whistleblowing.